Signore Rosario e famiglia nella tradizione napoletana



home

Nel cuore del Centro Storico di Napoli vive e continua a vivere da secoli la tradizione artigianale dei pastorai napoletani, nella quale, un posto d'eccezione spetta alla famiglia "Signore", che riconosce in Rosario uno dei suoi artigiani migliori. Egli nasce a Napoli nel Novembre di 40 anni fa', da papà Luigi (vai al link)riconosciuto grande artista, autore, tra l'altro, del grande presepe che ogni Natale per circa 20 anni, è stato allestito al Centro della Galleria "Umberto I°" di Napoli, visitato da migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo. E' proprio nel laboratorio del padre che Rosario inizia a mostrare il suo senso artistico, dilettandosi con spatole e pennelli e già all'età di 6 anni segue il papà ed i fratelli maggiori durante le varie esposizioni pittoriche. Crescendo la sua predisposizione aumenta verso "l'arte presepiale" nei confronti della quale Rosario si sente particolarmente attratto. Il posto dei sussidiari viene preso ben presto dai libri di raccolte presepiali del '700, sulle quali egli passa molte ore ad ammirare estasiato le figure pastorali realizzate da grandi maestri scultori, da Celebrano a Sanmartino, dal Mosca a Vassallo, cercando di apprenderne tecniche e segreti. Negli anni accumula esperienze su esperienze affinando sempre più la sua capacità artistica, le sue opere nascono da una mano istintiva, senza attenersi a canoni liceali artistici e forse è per questo che riesce a trasmettergli emozioni, tanto che le stesse sembrano possedere un'anima e non essere fredde statuine. Le sue realizzazioni artistiche denotano studio e sacrificio, dedizione e passione, rispetto della tradizione, dove nulla è lasciato al caso. Nel suo laboratorio di via Duomo sembra rivivere l'atmosfera delle antiche botteghe artigianali, dove tutto viene creato con l'esclusivo ausilio delle mani, dove da un steccata dopo l'altra prende vita il viso rudere di un contadino o quello angelico di una Madonna, il tutto rifinito da una pittura molto accurata. Nel 1985 nel percorso artistico di Rosario entra a far parte la moglie, con la quale vive un forte legame affettivo ed artistico, trasmettendole tutta la sua passione per quest'arte e coinvolgendola al punto che la stessa decide di affiancarlo nel suo lavoro dedicandosi alla vestitura dei pastori. Questo feeling consente ai coniugi Signore di realizzare prodotti di elevata manifattura e qualità, grazie anche ad una clientela molto esigente e competente. L'amore per l'arte e la sua seria dedizione fanno si che nel 1991 Rosario riceve da una prestigiosa Accademia di Belle Arti il riconoscimento di Accademico di Merito. Altra grande soddisfazione che appaga i suoi sacrifici arriva a Natale 2006, quando la Ragione Campania lo sceglie per la realizzazione di un grande presepe completo di pastori, animali ed accessori per l'Ambasciata d'Italia a Berlino. La tradizione artigianale e artistica della famiglia Signore continua a crescere in quanto, così come faceva da piccolo papà Rosario, anche i 2 figli alternano allo studio ore di laboratorio dove i genitori cercano di trasmettere e insegnare loro questa antica tradizione.